Shabby chic
Shabby chic, consigli su come arredare la casa in questo stile.

Tra i vari stili dell’interior design sicuramente lo shabby chic è quello più facilmente riconoscibile: vediamo quali sono le caratteristiche di un mobile e di un ambiente arredato con questo stile.

Partiamo innanzitutto dalla traduzione del termine “shabby”: shabby significa “usurato”, “logoro”, “invecchiato”, mentre “chic” può essere tradotto come “elegante”.

Abbiamo quindi la coesistenza di due parole molto diverse tra loro, che però ben stanno a indicare uno stile in cui abbiamo dei mobili e dei complementi d’arredo che presentano delle superfici apparentemente segnate dal tempo mentre, in realtà, spesso si tratta di oggetti nuovi, trattati in modo da apparire vissuti, con una storia.

Shabby chic: uno stile romantico e elegante

Questo stile può sicuramente venir associato all’aggettivo “romantico” : gli ambienti di un casa arredata in shabby chic ci proietteranno in situazioni e atmosfere d’altri tempi.

E’ uno stile che può essere utilizzato per arredare tutti gli ambienti di una casa, dalla cucina, al soggiorno, alla camera da letto. Il colore dello shabby è il bianco, con le varie derivazioni “bianco caldo”, “bianco ghiaccio” ecc. Al bianco aggiungiamo poi vari colori, dagli azzurri ai rossi, passando per il beige.

shabby chic

Un ambiente realizzato secondo i dettami di questo stile sarà luminoso, romantico e elegante, con dettagli ricercati, in cui i vari complementi d’arredo come brocche, vasi di fiori (freschi!) e quadri saranno necessari per completare l’arredo.

Shabby chic: l’origine del termine

Il termine “shabby chic” è stato coniato per la prima volta dalla rivista britannica “The World of Interiors” , storica e tutt’ora attiva rivista inglese, nel 1981: è in Gran Bretagna che nasce infatti questo stile, stile che rievoca l’arredamento e l’atmosfera delle tipiche case di campagna inglesi, in cui i colori pastello e i mobili segnati dallo scorrere del tempo rappresentavano un carattere distintivo.

shabby chic

Questo stile si diffonderà velocemente anche negli Stati Uniti a partire dagli anni ‘80 e verrà molto utilizzato nelle case delle classi borghesi, in special modo fra gli amanti dell’artigianato e dell’arte.

Non più mobili nuovi e di lusso ma, bensì, recupero e restauro di mobili usati che tornano a una nuova vita.

Come arredare un’ambiente in stile shabby chic

Se vogliamo arredare una casa in stile shabby chic dovremmo innanzitutto scegliere se comprare dei mobili nuovi, realizzati secondo i dettami di questo stile, o se, invece, effettueremo noi stessi l’opera di invecchiamento su mobili preesistenti, magari nascosti da anni in qualche angolo della nostra cantina o della nostra soffitta.

E’ sicuramente un lavoro impegnativo, adatto a chi ha già esperienza di bricolage: ma la soddisfazione, a lavoro finito, sarà impagabile! Un mobile shabby chic si presenterà elegante nelle sue forme e delicato nei suoi colori: un mobile moderno, dalle linee semplici e geometriche, difficilmente si presterà a diventare un mobile shabby.

Nel nostro sito trovi una vasta gamma di mobili in stile shabby chic, di qualità, ispirati a questo stile: ti invitiamo a visualizzare il nostro catalogo e di contattarci per ogni eventuale richiesta.

Il nostro sito usa i cookies per permetterti una facile navigazione.
Informativa privacy